4G,5G,Speedtest e se vedessimo le cose diversamente?

Spesso e volentieri ho scritto post, risposto ai blog essendo il primo a lamentarmi del gestore X che non raggiungeva la velocità dichiarata (utopia pura) che non supportava l’ultima tecnologia (5G) malgrado in copertura e con smartphone compatibile,etc.,qtc.

Oggi però ho voluto approcciare la cosa da un’altro punto di vista, direi quello meno “geek/nerd” e quello più comune.

Allora per una ventina di minuti da dentro casa in 4G+ ho scordato speedtest,articoli dei forum e tutto, ho sconnesso il wifi casalingo (performante rispetto a qualsiasi connessione mobile) ed ho provato a fare le cose normalmente impegnative che un’utente con uno smartphone potrebbe fare o fà.

Attenzione perchè in molti estrapolano o fraintendono un concetto fondamentale: le connessioni dati “mobili” sono concepite per l’utilizzo su un terminale mobile ed in mobilità, non per sostituire una linea internet fissa (fibra,vdsl,adsl) non lo sono e non lo saranno mai.

Il fatto che possiamo usarle anche  (hotspot) per connetterci comodamente da un computer è un plus ma non l’utilizzo per il quale sono state concepite. Lo ripeterò allo strenuo. Sono troppe le differenze tecniche che differenziano una connessione mobile da una fissa. Ogni cosa è nata principalmente per il suo scopo. Tutti gli accrocchi che facciamo sono inevitabilmente dei compromessi nell’uso di cose progettate principalmente per uso diverso.

Quindi ecco le prove. Sarò breve (eufemismo): Amazon Prime Video: film in streaming = ok, risoluzione [email protected], provato anche avanti/indietro nel video di diversi minuti ,ovvio qualche secondo di ritardo (ma lo fà anche col wifi) ma poi liscio come l’olio nessun lag in 4/5 minuti di riproduzione.

Ho provato allora qualcosa di più “spinto”: Youtube con video 4k,8k. Youtube è intelligente capisce che non hai mica un device 4K quindi anche sui 4/8K ti offre coerentemente il massimo che uno smartphone da 6.5″ di fascia media con la sua risoluzione può offrire cioè il [email protected] che non è affatto poco.

Prove riuscite positivamente anche con questo tipo di filmati e da dentro casa. Detto questo mi sorgone delle riflessioni: è se fossimo (mi ci metto in primis) noi gli stupidi a andare in fissa con la lettera 5G e gli speedtest?

Alla fine in quanti, tranne poche migliaia di patiti su milioni di utenti, fanno uno speedtest? In quanti sanno differenze fra 3,4,5G?

Provate a chiederlo a vs.padre o la vs.ragazza. Probabilmente quest’ultima vi manderà in bianco perchè discorso noioso che non conosce ne gli interessa.

Una considerazione tecnica che è anche un qualcosa di molto probabile: il traffico/routing è “pilotato” a secondo di quello che si fa’. Nulla di nuovo il traffic shaping/sharing è da decenni implementato sui router. Non è imporbabile quindi che i 10/15mbps come risultato, essendo traffico http/https sono meno hanno bassa priorità e richiedono meno larghezza di banda.

In effetti e da prove effettuate da tutti noi superato il paio di mbps se il routing è ottimizzato (bassa latenza) non ci sarà differenza,ad esempio, ad aprire il sito di Repubblica.it con una connessione a 10 o a 100mbps.

In due parole è probabile che lo speedtest che è in https non  rispecchi le reali capacità che la rete ci dà.

La stessa, è più che probabile, che  si adatti in meglio quando serve come ad esempio streaming di contenuti ad alta definizione.

Detto questo credo che dovremmo rivedere un pò per tutte le reti mobili il principio di valutazione lasciando perdere sigle e risultati di speedtest ma basandoci sull’esperienza utente perchè, diciamocela tutta, il 4k e l’8k non esiste su display di quelle dimensioni e/o non si apprezzerebbe in quanto superiore alla risoluzione del display stesso, ma sopratutto con uno smartphone si scaricano decine di Gigabyte da Internet (non lo permette neanche la capacità di memori di molti smartphone). I video/film/musica si guardano/ascoltano in streaming e quindi se funziona bene quello direi che la rete che usi è ok a prescindere dai numerini che si leggono.

Per mera curiosità un filmato Youtube alla max. risoluzione di un moderno smartphone di fascia media ([email protected]) richiede una banda costante fra 11 e 21.8Mbps , non è poi tanto, pensiamoci.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.